condomini: manutenzione programmata

Stampa
Creato Lunedì, 14 Novembre 2011 Scritto da francesco

CONDOMINI:

La manutenzione programmata
Cambiare casa ogni dieci anni per evitare lifting radicali capaci di far lievitare le spese di condominio è certo una provocazione.
Naturalmente i più non hanno voglia né intenzione di sottoporsi a continui traslochi, e potranno far tesoro della chek list alle pagine seguenti per preventivare e programmare gli interventi anti spreco. Per risparmiare è preferibile eseguire i lavori non a guasto avvenuto, spiega la professoressa Cinzia Talamo del Politecnico di Milano, ma con opere piccole e costanti nel tempo.

Una pratica che va consolidandosi nell'ambito dei grandi patrimoni immobiliari e stenta, pero, ad affermarsi nelle piccole e medie proprietà. Un valido aiuto viene dalla NORMA UNI 1257 :2007 "Manutenzione dei patrimoni immobiliari - Criteri per la stesura del piano e del programma di manutenzione dei beni edilizi - Linee guida".
Questo regolamento volontario definisce i CRITERI  per stilare un progetto di gestione comprensivo di piano di manutenzione, ossia di un documento nel quale per le diverse parti dell’edificio vengono descritte frequenze e modalità degli interventi finalizzati a rallentare i processi di degrado e a prevenire i guasti (per esempio, verificare i canali di gronda ogni 6 mesi, oppure provvedere" a oliare le cerniere dei  serramenti).
L'adozione di un PIANO di manutenzione consente di predisporre calendari degli interventi e di quantificare le spese in base a delle priorità stabilite (sicurezza, rispetto degli obblighi di legge, salubrità ecc.).
Gli amministratori di condominio vanno quindi sensibilizzati a sviluppare piani di manutenzione e a tenere una raccolta aggiornata dei lavori e delle migliorie, che si rivelano molto utili anche per chi volesse acquistare un appartamento in quell’immobile e desiderasse usare il REGISTRO DEGLI INTERVENTI come parametro della qualità.
Stendere un piano di manutenzione e compilare e aggiornare un database di questo tipo ha certamente un prezzo, quantificabile in 1.000 euro ad appartamento per un immobile di 20 unità abitative, ma naturalmente i costi variano caso per caso.

 

Per migliorare il servizio A&T s.r.l. utilizza i cookie. Continuando la navigazione del sito ne accetti l'utilizzo.
Per maggiori informazioni su essi e su come modificare le impostazioni del tuo browser, leggi la nostra policy in materia di cookie.